Chi Siamo

Ci presentiamo siamo due freelance Ilaria e Valentina, amiche e guide turistiche.

Ci siamo conosciute davanti ad un affresco e tra un ritocco e l’altro abbiamo scoperto di avere tanto in comune: entrambe laureate in Restauro, con esperienze di studio e lavoro in Spagna, una grande passione per l’arte e per il nostro territorio.

Ad un certo punto della nostra vita abbiamo scelto di svestire gli abiti da restauratrici ed indossare quelli di guida turistica, forti delle precedenti esperienze basate sul lavoro di squadra, abbiamo affrontato questa nuova avventura insieme, ottenendo l’abilitazione professionale e la convinzione che confronto e scambio stiano alla base di una crescita costante, ci ha portato alla creazione di questo sito L’eco delle sirene.

Partenope, Ligea e Leucosia erano le sirene che ammaliavano col loro canto i marinai che da questi luoghi non facevano più ritorno, noi due, Ilaria e Valentina con la nostra parlantina, ci accontentiamo se ritornerete a trovarci.

Ilaria

Sin da piccola amici e parenti mi hanno affettuosamente dato soprannomi che sottolineano la mia corporatura esile, il più usato è Picci o Pequena, nel periodo in cui ho vissuto in Spagna. Piccola di statura, magra, nonostante sia golosa di pasta e dolci, ho da sempre amato l’arte in tutte le sue forme ed ho avuto le idee chiare sin da piccola come lo dimostra il mio percorso scolastico: diploma al liceo artistico e laurea in Restauro all’Accademia di Belle arti. Ancor prima di terminare gli studi ho iniziato a lavorare come restauratrice su tanti monumenti simbolo della città di Napoli, come il Teatro San Carlo e Palazzo Reale. Proprio durante il lavoro presso quest’ultimo la mia vita è cambiata, sono diventata mamma, il lavoro più bello del mondo, ma a tempo pieno. Ho dovuto riorganizzare i ritmi di vita e le abitudini, gli orari da cantiere per me non erano più conciliabili, ma non riuscendo ad abbandonare del tutto la mia passione per l’arte ben presto ho trovato la soluzione: concorso e abilitazione a Guida Turistica. Adoro questo lavoro ed è bello riuscire a raccontare la storia e le storie dei luoghi e dei monumenti del mio territorio e così facendo donare emozioni. Orgogliosa di poter regalare un pizzico della mia terra a tante persone provenienti da ogni dove.

Valentina

Il giorno in cui superai l’esame di abilitazione alla professione di guida turistica chiamai mia madre per dirle che ce l’avevo fatta e lei mi rispose: “non avevo dubbi”. Questa frase mi riempì di orgoglio e di gioia, mia madre mi stava dicendo di credere in me e se la conosceste non avrei bisogno di descrivervi lo stupore e l’emozione dovuto a tale frase. La magia, però, si spense quando aggiunse: “sei sempre in giro e con la parlantina che ti ritrovi davvero non potresti fare altro”.

Ad essere sincera, non avevo mai pensato a me come guida turistica: con una laurea in tasca e dopo vari anni di esperienza sui cantieri di mezza Campania non avrei mai immaginato di trovarmi di li a poco di nuovo sui libri. Dopo non pochi sacrifici ed il superamento del concorso mi sono tuffata in una nuova avventura ed eccomi qui a dirvi che mia madre aveva ragione!

Adoro questo lavoro, essere ogni giorno in un luogo diverso, incontrare persone diverse, conoscerle e potergli raccontare tutto ciò che rende unica questa terra. Ad ogni tour si rafforza in me la consapevolezza di essere fortunata non solo a fare un lavoro che amo, ma soprattutto ad essere nata qui e cresce l’orgoglio di essere napoletana.

Lasciate che vi mostri di che cosa sto parlando….e si, sarò anche una chiacchierona e se l’argomento mi entusiasma potrei andare avanti per ore ed ore, ma non temete ogni tanto la faccio una pausa.