Ercolano
C’era una volta nella città di Resina un contadino Enzechetta ed un principe Emmanuel d’Elbeuf che, scavando un pozzo, trovarono un tesoro sepolto 1630 anni prima da Vesuvius. Questa scoperta gli permise di fare un viaggio nel passato, di conoscere un mondo antico ed affascinante, un ritrovamento che di li a poco diene impulso all’ avvio dell’archeologia moderna. Quello che può sembrare l’inizio di una favola è pura realtà, infatti nell’attuale città di Ercolano furono ritrovati per caso i primi reperti della città sepolta dall’eruzione Vesuvio del 79 d.C. L’antica Herculaneum era una città di vacanza, tranquilla, signorile e caratterizzata da tante ville molte delle quali godevano di un panorama mozzafiato sull’intero golfo di Napoli. Una città dove, nonostante l’eruzione, è stato possibile ritrovare materiali deperibili dagli alimenti alle corde, dai papiri agli oggetti in legno carbonizzato come barche, porte, letti e scale, tetti e piani superiori di edifici, una città dove si respira ancora l’aria di ricchezza e l’atmosfera di quiete che ha preceduto la catastrofe.
Dettagli
Durata
2 ore
Privati
* 120 €
*
Biglietti d'ingresso non inclusi nel prezzo
Prenota inviandoci un messaggio
+39 340 297 9546 (Ilaria)
+39 327 841 0806 (Valentina).
Oppure compila il modulo.

Questo modulo di contatto raccoglie il tuo nome, l'email e il tuo contenuto. Per maggiori informazioni, consulta la nostra pagina di privacy policy.

Tour correlati
  • "...Asellinas rogant Nes sine Zmyrina..." Manifesto elettorale
  • "L’archeologia è una scienza che deve essere vissuta, deve essere ‘condita con l’umanità’. Un’archeologia morta, non è altro che polvere secca che soffia." Sir Mortimer Wheeler